Comunicazioni di anomalia
11 Luglio 2016
Start up innovative
11 Luglio 2016

Vending machine

Trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi dal 1° gennaio 2017

La necessità di prevedere strumenti di controllo delle cessioni di beni effettuate attraverso i distributori automatici è stata introdotta dal D.Lgs. 127/2015 che prevede, tra l’altro, a partire dal 1° gennaio 2017, l’obbligo della memorizzazione elettronica e della trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi per gli operatori che svolgono l’attività di erogazione di beni attraverso vending machine.
In tempi brevi, l’Amministrazione finanziaria metterà a disposizione sul proprio sito un’area dedicata ai contribuenti e agli operatori del settore, in cui trovare i servizi per censire online i distributori. Poi, alla fine del censimento, fornirà un Qrcode, da applicare su ogni apparecchio, in modo da consentire, anche al singolo consumatore, di riconoscere che il distributore da cui sta acquistando il prodotto è noto all’Amministrazione e i dati dei suoi incassi verranno trasmessi alla stessa.
I dati verranno “sigillati” elettronicamente e trasmessi online all’Agenzia delle entrate mediante i dispositivi mobili con cui i gestori rilevano gli incassi registrati dal distributore. Il sigillo elettronico verrà applicato grazie a un certificato digitale, rilasciato online dall’Amministrazione agli operatori del settore, e garantirà l’autenticità, l’inalterabilità e la riservatezza dei dati dei corrispettivi.
Il provvedimento, infine, definisce le modalità attraverso cui i produttori di hardware e software e i titolari degli apparecchi potranno gestire il processo e monitorare i flussi trasmessi.
(Agenzia delle entrate, provvedimento n. 102807/2016, 30/06/2016)