Dichiarazioni Imu e Tasi
15 Giugno 2017
Jobs act autonomi
15 Giugno 2017

F24 Telematico

POSSIBILE LA PRESENTAZIONE DEI MODELLI F24 CON HOME BANKING IN PRESENZA DEL BONUS RENZI E DEI CREDITI RIMBORSATI AI DIPENDENTI

L’Agenzia delle entrate ha diradato nel corso del 15° Forum lavoro e fiscale del 17 maggio 2017 alcuni dei dubbi sollevati a seguito della previsione secondo cui un modello F24 che reca compensazioni “orizzontali” di crediti fiscali deve essere obbligatoriamente trasmesso per il tramite di Entratel o Fisconline.
In particolare, è stato chiarito che il cosiddetto bonus Renzi (codice tributo 1655) e i crediti rimborsati ai dipendenti a seguito della liquidazione del 730 sono esclusi dall’obbligo di transito per i canali telematici dell’Agenzia delle entrate. In presenza di un F24 contenente solamente tali tipologie di “crediti”, è quindi consentito continuare a utilizzare il canale home banking per la presentazione del modello F24.

I chiarimenti su quali crediti soggiaciono al nuovo obbligo
La ratio sottostante il nuovo obbligo in vigore dallo scorso 24 aprile 2017 è che la banca, nel momento in cui viene presentato un modello F24 per la compensazione, non può effettuare i controlli di competenza dell’Amministrazione finanziaria (se il credito che si vuole presentare è assistito da un visto di conformità di un professionista che lo garantisce e se sono o meno superati i limiti che è necessario rispettare al fine di effettuare la compensazione). In particolare, nel corso del Forum lavoro e fiscale, l’Agenzia delle entrate ha chiarito che:
• il bonus Renzi (80 euro) non è un credito di imposta ma qualcosa che è già stato anticipato al contribuente da parte del sostituto di imposta e che gli viene restituito. Quindi, non c’è obbligo di passare per i servizi telematici;
• i crediti rimborsati ai dipendenti a seguito della liquidazione del 730 sono esclusi dai servizi telematici;
• se non si utilizzano i servizi telematici per i modelli F24 con crediti Iva, crediti erariali (comprese addizionali, ritenute alla fonte e imposte sostitutive), crediti Irap ovvero crediti di imposta da indicare nel quadro RU della dichiarazione dei redditi, si può incorrere nel blocco o nel mancato riconoscimento della compensazione. Per agevolare gli operatori, l’Agenzia delle entrate ha annunciato la prossima pubblicazione di un elenco dei crediti di imposta che dovranno obbligatoriamente passare per i servizi telematici dell’Agenzia delle entrate (Entratel/Fisconline).