Riqualificazione energetica condomini
Disciplina aggiornata ACE

Definizione agevolata liti pendenti

Entro il 2 ottobre 2017 possibile inviare l’istanza per definire le liti fiscali pendenti

Entro il 2 ottobre 2017 i contribuenti interessati possono trasmettere la domanda per la definizione delle liti fiscali pendenti e pagare l’intero importo agevolato (o la prima rata in caso di rateazione per importi superiori ai 2.000 euro).

La definizione agevolata è possibile solo per le controversie tributarie in cui è parte l’Agenzia delle entrate, pendenti in ogni stato e grado di giudizio - compreso quello in Cassazione e anche a seguito di rinvio - nelle quali il ricorso sia stato notificato entro il 24 aprile 2017, e per le quali alla data di presentazione della domanda il processo non si è concluso con pronuncia definitiva.
Restano escluse le liti di valore indeterminabile e quelle senza importi da versare, come, ad esempio, quelle relative al rifiuto alla restituzione di tributi.
Per inviare la domanda è sufficiente accedere alla propria area riservata dei canali Entratel o Fisconline e, all’interno della sezione “Servizi per > Richiedere”, utilizzare la funzione “Domanda definizione agevolata controversie tributarie pendenti (articolo 11, D.L. 50/2017)” per la compilazione e la trasmissione.

(Agenzia delle entrate, comunicato, 09/08/2017)